Blausee: il magico lago blu

Blausee: il lago blu - Svizzera

A fine maggio ho realizzato un sogno: vedere il Blausee (letteralmente “lago blu”), considerato uno dei più bei laghi della Svizzera. Da anni, infatti, desideravo ammirare questo piccolo bacino d’acqua cristallina incastonato, proprio come una gemma preziosa, fra le Alpi Bernesi, a quota 887 metri, che in qualsiasi stagione dell’anno regala scenari magici. Vi confesso che temevo, una volta arrivata, di rimanere delusa, credendo che le tante immagini viste sul web non corrispondessero alla realtà, e invece vi posso assicurare che il Blausee è proprio come si vede in foto: un lago di colore verde e blu, circondato da alte montagne dalle cime innevate e da una ricca vegetazione che si rispecchia nelle sue acque.

Vedere Blausee - info

Info pratiche per organizzare la visita:

  • Dove si trova il Blausee: Blausee si trova nel Cantone di Berna, quindi nel cuore della Svizzera, a circa 40 km a sud di Interlaken, la rinomata località di villeggiatura che ogni anno, soprattutto in estate, richiama molti visitatori. Il modo più semplice e veloce per raggiungere questo lago dall’acqua turchese è l’auto e sul navigatore sarà sufficiente impostare Blausee oppure il nome del parcheggio Bluelake Parking (Blausee 222, 3717).
  • Tariffe: il parcheggio costa 5 CHF (poco più di 4 €) per l’intera giornata – la macchinetta non accetta carte di credito, ma solo monete, quindi franchi svizzeri – mentre il biglietto d’ingresso al lago costa 10 CHF (circa 9 €) dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00, 8 CHF dalle 17:00 21:00. Durante il weekend e nei giorni festivi, il biglietto d’ingresso intero costa 12 CHF dalle 9:00 alle 17:00 e 10 CHF dalle 17:00 alle 21:00. I bambini di età compresa tra i 6 e i 15 anni pagano l’ingresso ridotto, quindi 6 CHF dal lunedì al venerdì, nella fascia giornaliera, e 4 CHF nella fascia serale, mentre 8 CHF o 6 CHF nel weekend. I bambini al di sotto dei 5 anni, invece, entrano gratuitamente.
  • Cosa è incluso nel biglietto: oltre all’ingresso al lago, nel biglietto sono inclusi la visita all’allevamento di trote e il giro in barca di 10 minuti (servizio disponibile fino alle 17:00).
  • Orari: il Blausee è aperto tutti i giorni dell’anno dalle 9:00 alle 21:00.
  • Quanto tempo stare: il Blausee è molto piccolo – considerate che ricopre una superficie di 6.400 m², quindi un campo da calcio è più grande – e il sentiero intorno al lago si percorre in neanche mezz’ora. Il tempo da trascorrere al Blausee è, quindi, molto soggettivo. Noi siamo rimasti circa 3 ore. Siamo entrati la mattina e siamo usciti verso le 13:00, dopo aver mangiato un panino al sacco seduti su una delle tante panchine affacciate sul lago.
  • Dove mangiare: all’interno di questo parco naturale si trova l’hotel-ristorante Blausee, che propone piatti a base di pesce.
  • I cani sono ammessi.

L’ingresso al Blausee

visitare Blausee

Blausee: tra storia e leggenda

Questo bacino d’acqua turchese, che per il suo colore sembra il risultato di un incantesimo, si è originato in seguito a una frana più di 15.000 anni fa. Lungo il sentiero che costeggia il lago, infatti, si trovano ancora dei giganti massi, su cui la natura, nei secoli, ha preso il sopravvento. Questo specchio d’acqua è alimentato da una sorgente sotterranea e la sua temperatura oscilla sui 10 °C tutto l’anno. Principalmente per l’acqua troppo fredda, la balneazione è vietata, ma ogni tanto vengono organizzate delle immersione con dei professionisti. Grazie alla breve gita in barca, il cui pavimento è in vetro, si riesce a vedere chiaramente il fondale, anche quando la barchetta si trova al centro del lago, nel punto più profondo: 12 metri.

Come è immaginabile, trattandosi di un luogo così suggestivo, quasi magico, al Blausee è legata una leggenda. La protagonista è una giovane fanciulla che, in seguito alla morte improvvisa del suo amato, trascorre le giornate a piangere, riempiendo con le sue lacrime quello che oggi è conosciuto come il lago blu. Ecco perché sul fondale del Blausee, ben visibile dal ponticello di legno, si vede una statua di donna. Si tratta della giovane sventurata che, talmente affranta dal dolore, finì per suicidarsi gettandosi in acqua. L’opera, realizzata dall’artista Raphael Fuchs, vuole essere anche un’esortazione al visitatore a dimenticare le sofferenze del passato e ad accogliere con ottimismo il nuovo giorno.

La statua della giovane suicida

Blausee - Svizzera

Blausee in pillole:

  • L’unico pesce che vive nelle acque di questo lago è la trota. Poco distante, si trova l’allevamento di trote di Blausee, che negli anni sono divenute una specie conosciuta e molto apprezzata in tutto il cantone. Nel ristorante che si trova all’interno del parco, viene servita proprio la trota di Blausee, quindi un prodotto assolutamente a km 0.
  • Essendo vietata la balneazione, il costume non è necessario. Consiglio piuttosto di indossare dei vestiti comodi e di portarsi una felpa o la giacca a vento, anche in estate, in quanto le temperature difficilmente superano i 20/25 °C. Consiglio anche delle scarpe da ginnastica o addirittura gli scarponcini da trekking.
  • Questo parco naturale è ben attrezzato per le famiglie che viaggiano con bimbi piccoli. Vi sono, infatti, un’area giochi (scivoli, altalene,…), una zona in cui fare pic-nic (compreso il barbecue) e dei bagni spaziosi e puliti. Una gita, dunque, perfetta per tutti.

Era fine maggio e, nonostante il sole, c’erano appena 10 °C

Blausee - Svizzera

L’allevamento di trote di Blausee

Trote di Blausee - Svizzera

Attraversando un ponte sul fiume Kander, vicino al Blausee

Blausee - Svizzera

La barchetta a remi, guidata da un simpatico signore anziano che intrattiene i visitatori raccontando la storia del Blausee

Lago blu - Blausee

Blausee – il lago blu

Blausee - lago blu

E con questa carrellata di immagini, vi auguro un felice luglio! Ci vedremo giovedì prossimo con un nuovo articolo dedicato a un’altra meraviglia svizzera, vista durante la vacanza a Interlaken a fine maggio. E a proposito di Svizzera e di vacanze, la prossima settimana fuggirò dalla bollente Modena (anche oggi il termometro supererà i 30 °C) per tornare al fresco fra i monti, dove realizzerò un altro sogno… lo accennavo in questo articolo pubblicato a febbraio: 5 posti che vorrei visitare in Svizzera. Curiosi di scoprire dove sarò diretta?

Con affetto,

Valentina

18 thoughts on “Blausee: il magico lago blu

  • Antonella
    luglio 1, 2021, 3:15 am

    Incantevole questo lago blu!! Sicuramente da visitare ! Grazie
    Antonella

    • luglio 1, 2021, 3:17 am

      Grazie Antonella, sì, questo lago merita assolutamente una visita.

  • Dora
    luglio 1, 2021, 3:17 am

    Che meraviglia!!!
    Sembra di essere in una fiaba!
    Metto nella lista dei miei viaggi
    Dora

  • luglio 1, 2021, 7:53 am

    Eccolo!! Stupendo! Stavo aspettando l’articolo 🙂 Si, ricorda tantissimo anche a me il lago Verde. Forse qui qualche sfumatura in più sull’azzurro. Molto interessante la barchetta!

    • luglio 1, 2021, 8:52 am

      Ciao Rita, tu dai consigli a me e io provo a darli a te 🙂
      Se hai modo di visitare Blausee, vedrai che non te ne pentirai. E io prima o poi verrò alla scoperta del tuo caro Piemonte, soprattutto del Lago Verde.
      ps: giovedì prossimo pubblicherò un altro articolo dedicato ai laghi svizzeri. Sono certa che ti piacerà perché sia quello di Brienz che quello di Thun ricordano, per le loro acque turchesi, i laghi del Canada.

  • luglio 2, 2021, 7:45 am

    Un posto da fiaba veramente e una buona occasione per una gita rilassante. Complimenti per le foto che sono stupende!

  • Libera
    luglio 2, 2021, 6:39 pm

    Devo ammettere che con questo itinerario mi hai fatto sognare ! Lo vedo come una meta che mi potrebbe interessare in un week end a settembre

    • luglio 14, 2021, 6:52 am

      Ne sono felice 🙂 Sicuramente vedrai un bel foliage se ci vai a settembre inoltrato.

  • luglio 2, 2021, 9:31 pm

    Bellissimo Valentina! Quest’anno ho un debole per i laghi, e questo ha dei riflessi a dir poco magici, come le sue leggende!
    Un abbraccio carissima

    • luglio 14, 2021, 6:53 am

      Grazie Domenica, sai che anche io ho un debole per i laghi e quest’anno ne sto scoprendo molti.

  • luglio 3, 2021, 6:22 am

    È curioso vedere come luoghi così belli hanno spesso ispirato leggende tanto tristi.

    • luglio 14, 2021, 6:53 am

      Già, è curioso e interessante. Quasi ogni lago ha la sua leggenda.

  • luglio 9, 2021, 7:17 am

    Aggiunto immediatamente nella lista dei laghi da vedere e da esplorare in SUP! Tra l’altro ho un’amica che abita nelle vicinanze e potrei appoggiarmi da lei. Davvero incantevole per noi che siamo sempre alla ricerca di specchi d’acqua in cui pagaiare.

    • luglio 14, 2021, 6:54 am

      Ciao Annalisa, mi spiace deluderti, ma in questo lago non è possibile fare SUP 🙁
      L’unico modo per vederlo è con la barchetta – guidata da uno del posto.

  • luglio 11, 2021, 9:58 am

    Che meraviglia e che colori questo lago! Fantastico! Della serie, lasciatemi qui non voglio più andare via.

    • luglio 14, 2021, 6:55 am

      Anche io sono rimasta incantata dai suoi colori 🙂 Sembra quasi irreale.

Lascia un commento