Il mio autunno tra viaggi e lavoro

Vacanza alle Seychelles in autunno

Se ripenso alle ultime settimane, quasi fatico a credere a quante esperienze emozionanti ho avuto la possibilità di vivere e di questo sono molto grata. Sono passati mesi dal mio ultimo articolo pubblicato sul blog, a cui, purtroppo, sto dedicando sempre meno tempo, e dopo avervi raccontato della mia estate in Svizzera, ho piacere a parlarvi del mio autunno, ricco di novità. Se con un aggettivo dovessi descriverlo, utilizzerei la parola “sorprendente”. Il mio autunno, infatti, è stato proprio inatteso e mi ha regalato molte novità che mi hanno reso felice e soddisfatta.

EF: un nuovo impiego e il mio primo viaggio di lavoro

Tutto è cominciato a fine settembre, quando, tornata da Minorca, mi sono candidata per una posizione lavorativa offerta da EF, azienda che si occupa di viaggi, dove stavo svolgendo un tirocinio cominciato a febbraio. Il 6 di ottobre, una data a me molto cara, mi è stato comunicato che ero stata selezionata, quindi a partire da novembre avrei cominciato il nuovo impiego. E le belle notizie non erano terminate. Pochi giorni dopo, infatti, sarei partita per il mio primo business trip. Destinazione: Boston. EF, infatti, è una compagnia internazionale che ha diverse sedi sparse per il mondo: io lavoro nella sede di Zurigo, un bell’edificio moderno di cui spesso, se mi seguite su Instagram, vedete diverse foto. A Boston, invece, si trova il quartier generale e una volta all’anno, nel mese di ottobre, lo staff di Zurigo vola negli Stati Uniti, per incontrare i colleghi oltreoceano, quindi per partecipare a meeting ed eventi.

Domenica 16 ottobre, dunque, sono partita per gli States. Fin da bambina sono sempre stata molto affascinata dagli USA e la voglia di tornare a Boston, capitale del Massachusetts visitata insieme ai miei genitori nel lontano 2013, era tanta. Trattandosi poi del mio primo viaggio di lavoro, potete immaginare l’emozione e l’adrenalina che mi hanno accompagnato durante tutto il soggiorno. I giorni trascorsi nell’ufficio di Boston sono stati ricchi di nuove esperienze. Ho avuto la possibilità, infatti, di conoscere meglio i colleghi di Zurigo, condividendo con loro non solo le ore lavorative, ma anche pranzi e cene, nonché serate divertenti in cui abbiamo riso, giocato, scherzato e ballato. Ho potuto incontrare di persona i colleghi americani, conosciuti mesi prima attraverso uno schermo, e comprendere meglio le loro mansioni. E ho avuto il piacere di partecipare per la prima volta a un kick-off, ossia a meeting e laboratori, dunque ad attività che ci hanno permesso di lavorare in gruppo e di scoprire i progetti futuri dell’azienda: nuovi prodotti, nuovi programmi e di conseguenza nuove sfide. Il kick-off di EF di quest’anno si è svolto al Mohegan Sun, uno dei più grandi casino degli Stati Uniti, in cui abbiamo trascorso 3 giorni molto intensi e appaganti. Quella trascorsa negli States, infatti, è stata una settimana entusiasmante e stimolante, in cui ho compreso meglio l’importanza del lavoro di squadra e della pianificazione accurata, elementi fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi.

Lavorando nell’ufficio di EF a Boston

EF Boston office

Trattandosi di un viaggio di lavoro, il tempo a disposizione per visitare Boston è stato alquanto limitato, ma sono comunque riuscita a girovagare un po’ per la città, scoprendo qualche posto interessante. Per cui vorrei consigliarvi questi due indirizzi:

  • Quincy Market, 206 S Market St: si tratta di un’edificio storico (è stato costruito, infatti, negli anni ’20 dell’800), situato nel cuore della città, al cui interno si trovano numerosi banconi che offrono differenti tipi di cibo: da quelli locali, a quelli asiatici. Se volete assaggiare il piatto tipico di Boston, allora vi suggerisco di recarvi allo stand Boston Chowda, che vende i famosi Lobster Roll. Si tratta di un panino dalla forma allungata (simile a quello di un hot-dog), imburrato, ripieno di astice. Una bontà che al solo pensiero mi viene l’acquolina in bocca. Non si tratta di un pasto troppo economico (costa 30,00 $, quindi circa 30 €), ma vale assolutamente la pena provarlo.
  • The Bell in Hand Tavern, 45 Union St: è il bar/taverna più antico di tutti gli USA. È stato fondato, infatti, nel 1795 e se vi trovate a Boston non perdete l’occasione di visitarlo. Potete consumare solo una birra o assaggiare i suoi burger e sandwiches di carne e di pesce.

Sabato 22 ottobre sono ritornata a casa, a Zurigo, e una volta disfatta la valigia, svuotandola dei vestiti invernali, ne ho dovuto preparare subito un’altra, questa volta riempiendola di capi estivi.

   In volo su Zurigo, rientrando da Boston

Svizzera: viaggi in autunno                        In volo sulle Seychelles

Vacanza alle Seychelles in autunno

 

Vacanza alle Seychelles: un paradiso che mi ha conquistato

Finalmente, dopo ben due anni di programmazione di questo viaggio, rimandato più volte a causa della pandemia prima e degli impegni lavorativi poi, io e Gianluca siamo riusciti a partire per le Seychelles. Che dire, questo arcipelago, composto da ben 115 isole, mi ha piacevolmente sorpreso e i dieci giorni trascorsi in questo paradiso terrestre dell’Oceano Indiano hanno superato di gran lunga le mie aspettative. Non solo le sue spiagge dalla sabbia chiara e le sue acque cristalline mi hanno ammaliato, ma anche la sua vegetazione rigogliosa e la sua cucina gustosa, fatta di piatti a base di carne e di pesce, sono riuscite a conquistarmi.

I prossimi articoli che pubblicherò sul blog saranno dedicati proprio alle Seychelles, quindi pian piano vi mostrerò, attraverso le parole e le immagini, questo angolo di mondo, per buona parte ancora incontaminato, dove la natura dà il meglio di sé. Intanto vi lascio un’anteprima: due foto, quella in basso e quella utilizzata come immagine di copertina del post, di due spiagge paradisiache di Mahé, l’isola principale delle Seychelles. La prima è stata scattata ad Anse Intendance, la seconda a Baie Lazare. Entrambe si trovano nella parte sud-occidentale dell’isola ed entrambe mi hanno incantato per il loro carattere selvaggio.

Seychelles: un paradiso

A Zurigo fino a Natale

Per novembre e dicembre non ho nessun viaggio in programma. Trascorrerò, infatti, le prossime settimane a Zurigo, lavorando in ufficio o da casa, e dedicandomi ai miei passatempi preferiti, vale a dire alla lettura e alla scrittura. Le giornate nebbiose che caratterizzano Zurigo nel periodo autunnale invogliano poco ad uscire, per cui ho proprio voglia di passare questi weekend uggiosi a casa, al caldo. Sul tavolino del salotto mi attende una pila di libri interessanti (ora sto leggendo Il quaderno dell’amore perduto di Valérie Perrin) e le idee sui futuri articoli per il blog sono tante, per cui ho molta voglia di scrivere e di raccontarvi dei bei viaggi fatti quest’anno. Non vi ho ancora parlato, infatti, di Lisbona, della Valle d’Aosta, di Minorca e soprattutto di un paio di escursioni estive in Svizzera.

E il vostro autunno come è?

A presto,

Valentina

3 thoughts on “Il mio autunno tra viaggi e lavoro

  • Dora
    Novembre 13, 2022, 5:37 pm

    Ben tornata Valentina!!
    Un autunno davvero entusiasmante! Aspetto con ansia il tuo articolo sulle Seychelles, isole che a me affascinano tanto.
    Ciao
    Dora

  • Antonella
    Novembre 13, 2022, 5:40 pm

    Che dire un autunno entusiasmante e ricco di nuove esperienze, sia lavorative che turistiche!
    Leggerò con grande piacere il tuo prossimo articolo sulle Seychelles.
    Buon proseguimento e un grande in bocca al lupo per il tuo lavoro

  • Novembre 13, 2022, 9:03 pm

    Ciao Valentina! Bentornata sul Blog, mancavi da tanto 🙂
    Io ho seguito su instagram i tuoi viaggi autunnali, e sono curiosa di leggere ciò che racconterai su quelle isole da sogno.
    A dire il vero mi ricordo anche delle meravigliose escursioni in Svizzera, aspetto il resoconto!

Lascia un commento