Tre giorni in Provenza

Fioritura della lavanda in Provenza

Il mio viaggio in Provenza: itinerario di tre giorni per ammirare la fioritura della lavanda

Scrivo questo post dalla casa al mare in Abruzzo, guardando da un lato i morbidi colli di Pescara, dall’altro le tante foto scattate la settimana scorsa nel sud della Francia. Sono da poco tornata da questo meraviglioso viaggio on the road tra Provenza e Costa Azzurra con una voglia immensa di condividere con voi i bellissimi paesaggi e scorci che ho immortalato con la mia reflex e di descrivere a parole, anche se sarà quasi impossibile, l’emozione provata nell‘ammirare i vasti e profumati campi di lavanda che caratterizzano la Provenza nei mesi di luglio e agosto.

Di sogni ne ho tanti – e sinceramente credo che sia un bene – e pian piano mi impegno a realizzarli. Da un paio d’anni, a cavallo tra maggio e giugno, mi ricordo della fioritura della lavanda e del mio grande desiderio di vederla in Provenza. Quest’anno, finalmente, sono riuscita ad ammirarla in tutto il suo splendore grazie ai miei genitori che mi hanno regalato un indimenticabile soggiorno in Francia e soprattutto grazie a mia mamma, che pazientemente mi ha accompagnato in questo viaggio e mi ha scattato molte foto tra i filari lilla e blu.

Valensole, fioritura della lavanda

Questo breve ma intenso viaggio nel sud della Francia è stato organizzato in poco tempo consultando alcuni siti web e blog di viaggi, da cui ho preso spunto per tracciare un buon itinerario e preso nota di alcuni ottimi consigli. In questo articolo, dunque, troverete non solo alcune foto che, come sempre, mi auguro vi possano invogliare a scoprire la Costa Azzurra e la Provenza, due regioni semplicemente meravigliose, ma anche l’itinerario di questo on the road e qualche consiglio utile per organizzare al meglio il viaggio.

Il periodo migliore per ammirare la fioritura della lavanda

Se il vostro obiettivo è ammirare questa bellissima pianta in fiore, vi consiglio di consultare in qualche sito il periodo della fioritura della lavanda di anno in anno. Generalmente la lavanda inizia a fiorire a giugno e fino all’inizio di agosto è possibile vedere i vasti filari lilla. Il periodo migliore, indubbiamente, è luglio, soprattutto le prime due settimane del mese.

Vi consiglio, inoltre, di recarvi nei campi al mattino presto (è stato un viaggio tutt’altro che rilassante, infatti la sveglia suonava alle 6:00 e alle 7:00, massimo 7:30, io e mia mamma eravamo già nei campi a scattare foto) e di evitare i giorni festivi. A partire dalle 8:30/9:00 numerosi turisti provenienti da varie parti del mondo (abbiamo incontrato molti russi ed orientali), affollano i campi della Provenza e riuscire ad ottenere dei buoni scatti senza persone risulta una vera impresa.

In Provenza fa caldo? Come vestirsi? Nei campi di lavanda ci sono gli insetti?

Queste sono state alcune delle varie domande che mi sono state poste mentre pubblicavo Ig stories in viaggio. Per quanto riguarda le temperature, quest’estate nel sud della Francia sta facendo più caldo del solito. Mi era stato detto che in Provenza, nei mesi estivi, le temperature possono raggiungere anche 30°C, ma mai avrei pensato di leggere segnati sul termometro ben 39°C!  Ricordatevi, però, che in Provenza lo sbalzo termico tra il giorno e la notte è abbastanza notevole: le mattine e soprattutto i pomeriggi sono molto caldi, ma le sere sono fresche e ventilate (le temperature notturne si aggirano sui 20°C).

Dato il gran caldo, ho scelto di indossare dei morbidi vestiti chiari che si sono ben sposati con il lilla della lavanda. Un mio consiglio, soprattutto per le ragazze, per quanto riguarda gli outfit da indossare tra i campi, è optare per dei vestiti bianchi. Non dimenticatevi, poi, di completare il vostro look con un ampio cappello di paglia, un must per me in estate!

Ovviamente nei campi di lavanda ci sono molti insetti, soprattutto api (il miele alla lavanda è buonissimo e vi consiglio di assaggiarlo e di comprare qualche vasetto come souvenir), ma sono talmente “occupati” con i fiori che neanche si accorgeranno di voi. Mi era stato consigliato di portare del repellente per insetti. Me lo sono dimenticata, ma non ho avuto la necessità di andarlo a comprare. Non sono stata mai punta né da zanzare né da vespe, nonostante si siano “perse” tra i veli della mia gonna lilla.

Il mio itinerario nel sud della Francia

Di seguito vi riporto il mio itinerario di tre giorni. Purtroppo il tempo a disposizione non è stato molto, ma sono comunque riuscita a visitare molti luoghi in poco tempo. I km macinati sono stati tanti (quasi 1500 km in tutto), ma le bellezze viste hanno di gran lunga ripagato le ore trascorse in macchina.

Nei prossimi giorni pubblicherò vari articoli dedicati a questo viaggio in cui vi mostrerò nel dettaglio ciò che ho visitato, dandovi maggiori informazioni, intanto vi lascio questa breve guida.

I giorno: mercoledì 3 luglio, Modena – Saint-Jean-Cap-Ferrat – Manosque

La sveglia è suonata molto presto, infatti alle 7:00 eravamo già in viaggio verso la Costa Azzurra. Siamo arrivate per l’ora di pranzo a Saint-Jean-Cap-Ferrat, un vero e proprio gioiello poco distante da Nizza, dove abbiamo trascorso un piacevole pomeriggio, prima visitando Villa Ephrussi de Rothschild, un maestoso palazzo di inizio ‘900, poi rilassandoci a Paloma Beach, che mi ha affascinato per il colore e la limpidezza dell’acqua.

Saint-Jean-Cap-Ferrat

Costa Azzurra, Capitale Ferrat

Saint-Jean-Cap-Ferrat: un piccolo angolo di paradiso in Costa Azzurra

Costa Azzurra, Capitale Ferrat

Villa Ephrussi di Rothschild

Villa Ephrussi, Cap Ferrat

Villa Ephrussi, Cap Ferrat

Il porto di Saint-Jean-Cap-Ferrat

Cap Ferrat, Costa Azzurra

Paloma Beach

Cap Ferrat, Spiaggia

II giorno: giovedì 4 luglio, Valensole – Roussillon – Gordes – L’isle-sur-la-Sorgue – Oppède

Questa è stata la giornata più emozionante del viaggio dal momento che ho visto finalmente i bellissimi campi di lavanda. Sveglia, come sempre, presto per raggiungere la prima tappa di questo tour in Provenza: Valensole. Una vasta vallata dove si concentrano numerosi campi di lavanda. Oltre a scattare tante foto tra questi meravigliosi filari, abbiamo anche visitato il borgo di Valensole, che vi consiglio. Da lì, poi, ci siamo spostate a Roussillon, un altro bel borgo famoso per il suo Sentiero dell’Ocra. Abbiamo poi visitato altri due paesi caratteristici e ben curati: Gordes, un borgo in pietra arroccato sul Massiccio del Luberon, e L’Isle-sur-la-Sorgue, che per i suoi canali ricorda lontanamente Venezia. In Provenza, infatti, si trovano molti borghi considerati i più belli di tutta la Francia.

Tra i campi di lavanda di Valensole

Valensole, Provenza

Valensole, fioritura della lavanda

Fioritura della lavanda in Provenza

Campi di lavanda in Provenza

Nel borgo di Roussillon

Borgo di Roussillon, Francia

Il borgo arroccato di Gordes

Borgo di Gordes, Francia

Nella campagna di Oppède, dove si trovava il nostro b&b

B&b a Oppede, Francia

III giorno: venerdì 5 luglio, Abbazia di Senanque – Roussillon – Mentón – Modena

Lasciato il bed&breakfast all’alba, abbiamo proseguito il nostro “tour della lavanda”, fermandoci prima ad Oppède, poi all’Abbazia di Senanque, divenuta nel corso degli anni un vero e proprio simbolo della Provenza. Anche qui nei mesi estivi è possibile ammirare vasti campi di lavanda, anche se devo ammettere che rispetto a quelli di Valensole, questi filari sono stati meno d’impatto.

Nei campi di lavanda di Oppède

Lavanda in Provenza

L’Abbazia di Senanque

Abbazia di Senanque, Francia

Il programma di questo ultimo giorno in Francia è stato abbozzato il giorno stesso. Avevamo pensato, infatti, prima di partire dall’Italia, di dedicare il venerdì a Aix-en-Provence, ma dal momento che i punti di interesse da visitare in questa città sono molti, abbiamo preferito concentrarci sul borgo di Roussillon, percorrendo Le Sentier des Ocres, che vi consiglio assolutamente. Se il giorno prima ero rimasta senza parole nell’ammirare i meravigliosi campi di lavanda, il giorno seguente sono rimasta nuovamente sorpresa nello scoprire questa meraviglia della natura che ricorda un canyon americano.

Roussillon, borgo in Francia

Il sentiero dell’Ocra

Sentiero dell'ocra, Roussillon

Roussillon, Provenza

Nel borgo di Roussillon

Roussillon, borgo in Francia

Roussillon, Francia

Lasciato Roussillon nel pomeriggio, abbiamo lasciato anche la Provenza. Ci siamo dirette, quindi, verso sud-est per rientrare in Italia, facendo prima una tappa di qualche ora a Mentón, in Costa Azzurra, dove ci siamo rilassate in spiaggia (anche qui l’acqua è limpida e calda).

Mentón, Francia

Prima di concludere questo post, vi lascio altre info:

Dove dormire?

Noi abbiamo prenotato le sistemazioni tramite Booking il giorno prima della partenza. Forse, se avessimo organizzato questo nostro soggiorno in Francia con qualche settimana di anticipo, avremmo trovato alloggi più convenienti, ma tutto sommato siamo rimaste più che soddisfatte dei due hotel.

ManosqueBest Western Hotel Le Sud: ci sarebbe piaciuto alloggiare in un b&b in stile provenzale e ne avevamo anche trovato uno con buone recensione, ma il check-in terminava alle 20:00. Sapevamo che saremmo arrivate a Manosque la sera tardi, quindi abbiamo optato per la buona catena di hotel Best Western, che non ha limiti di orario per il check-in. Il prezzo di una camera con letto queen size (davvero molto comodo) è stato 140€, colazione esclusa.

OppèdeLe Mas des Lônes: per la seconda notte in Provenza abbiamo scelto un bed&breakfast un po’ sperduto tra i campi di Oppède che vi consiglio. A parte la simpatia e l’ospitalità del proprietario, la sistemazione in stile provenzale offre un paio di camere ben curate nei minimi dettagli e una piscina con un bel giardino in cui è possibile rilassarsi e rinfrescarsi. Trovare una sistemazione con piscina è stata un’ottima scelta! Il caldo patito in quei giorni è stato davvero tanto e dopo ore trascorse tra i campi e nei borghi sotto al sole, la voglia di farsi un bel bagno era più che giustificata.

La colazione non era inclusa (non l’avremmo neanche potuta fare, visto che il proprietario iniziava a servire la colazione a partire dalle 9:00 e noi alle 7:00 eravamo già in giro), ma i 120€ pagati per l’alloggio sono stati più che ben spesi.

Il b&b Le Mas des Lônes

Le Mas de Lones, Oppede

Quanti giorni stare?

Per me i giorni in viaggio non sono mai sufficienti e se potessi dedicherai ad ogni luogo che visito un paio di giorni per gustarmi al massimo la vacanza. Purtroppo, però, non sempre è possibile, quindi “mi sono ben accontentata” di questa fuga di tre giorni nel sud della Francia, il cui obiettivo principale era ammirare la fioritura della lavanda.

Sicuramente un bel tour on the road tra Costa Azzurra e Provenza, includendo la zona della Camargue, è nella mia travel wishlist (mi piacerebbe molto, infatti, scoprire i numerosi borghi provenzali, rivisitare Avignone ed Arles, due località turistiche molto belle e ricche di storia scoperte da piccola con i miei genitori, e rivedere alcune località della Côte d’Azur, quali Antibes e Cannes), ma se dovessi organizzare questo viaggio, non scegliere come periodo l’estate. Credo che i mesi primaverili, soprattutto maggio o inizio giugno, siano i più indicati.

I miei outfit in questo viaggio

Devo ammettere che mi sono divertita e sbizzarrita nel selezionare i capi da indossare durante questo soggiorno in Francia. In solo tre giorni ho “sfoggiato” cinque o sei vestiti – chi mi conosce sa bene che ho un debole per i vestiti lunghi – e mi è stato chiesto dove mi cambiassi d’abito viaggiando on the road. Ecco a voi la risposta! Grazie alle due portiere della macchina e a un telo da mare, sono riuscita a crearmi uno spogliatoio provvisorio più che funzionale.

Outfit Provenza

Vi abbraccio e vi auguro una buona settimana! Prestissimo arriveranno altri articoli su questo incantevole viaggio!

Con affetto,

Valentina

13 thoughts on “Tre giorni in Provenza

  • luglio 9, 2019, 3:20 pm

    Sei fantastica! Gli outfit perfetti per un viaggio in Provenza, abiti bianchi e cappello di paglia sono perfetti per il caldo e assolato Sud della Francia. Abbiamo fatto un itinerario simile, magari ci siamo anche incontrate!

  • luglio 9, 2019, 5:41 pm

    Bellissime foto! Spero anche io di andare presto ad ammirare la fioritura della lavanda in Provenza!! Magari il prossimo anno…. 😍

  • Anna
    luglio 9, 2019, 10:30 pm

    Belle le foto i panorami , meravigliosi gli abiti assieme al soggetto

  • Anna
    luglio 9, 2019, 10:34 pm

    Bellissimi i luoghi , meravigliose foto , fantastici gli abiti assieme al soggetto

  • luglio 10, 2019, 7:53 am

    Davvero un bellissimo viaggio e delle bellissime foto. Non credo mi prenderei tutto quel fastidio di cambiarmi d’abito…anche se non nego che fa davvero un bellissimo effetto nelle foto 🙂
    Certo se mi scegliessi tu gli outfit potrei anche prendermi al briga ahahaha

  • luglio 10, 2019, 1:53 pm

    Bellissimo viaggio! È fattibile percorrere a piedi la Provenza? Sai se ci sono dei percorsi che attraversano i piccoli paesini ed i campi di lavanda? Per fare qualcosa di diverso.. 😉

  • luglio 10, 2019, 10:22 pm

    La Provenza…un luogo che sogno di visitare! Bell’articolo, mi sarà sicuramente utile! 🙂

  • luglio 11, 2019, 1:57 pm

    Che posti meravigliosi! Chissà perchè la Provenza ed il sud della Francia in generale tendo un pò a snobbarli quando organizzo i viaggi….. Devo decidermi a farci un giro prossimamente!

  • luglio 12, 2019, 8:27 am

    E’ sicuramente un luogo che fa sognare a occhi aperti! Io adoro la lavanda, l’ho piantata a casa mia a mare e il suo profumo e colore mi porta vivacita’.. certo, io che sono allergica alle zanzare e (forse) anche alle api, mmm, dovrei superare la paura di un morso XD

  • Claudia e Mattia
    luglio 12, 2019, 8:33 am

    Sogno di visitare la Provenza e i suoi campi di lavanda. Purtroppo nel periodo della fioritura non possiamo mai prenderci dei giorni. Bellissima tu e le tue foto.

  • luglio 12, 2019, 8:20 pm

    La lavanda è la mia pianta preferita e non mi stupisco, quest’anno più che mai, di trovare tantissimi post che la riguardano. È una vera regina, bellissima e profumata! Grazie per i tuoi consigli, super utili, e le fotografie sono molto belle.

  • luglio 18, 2019, 3:43 am

    Un itinerario perfetto per una breve vacanza in questa splendida zona. Me lo salvo per il futuro… spero di andarci presto.

  • luglio 18, 2019, 11:55 pm

    Che voglia di partire! Attualmente vivo in Australia ma la Provenza è sulla mia to-do list quando rientrerò in Europa!

Lascia un commento