A noi, viaggiatori confinati

Viaggi 2021

Oggi, giovedì 7 gennaio, mi sono resa conto che non ho ancora acquistato l’agenda del 2021. La comprerò? Non lo so ancora… probabilmente sì perché mettere nero su bianco i miei programmi mi manca. Quella del 2020, a inizio anno riempita di appuntamenti e di viaggi, è stata presto messa da parte. Ricordo che a fine febbraio con un certo disappunto avevo cominciato a tracciare delle pesanti righe sui vari impegni che repentinamente erano stati annullati e la mia agenda, da aprile in poi, è rimasta un susseguirsi di inquietanti pagine bianche impossibili da riempire.

Se ora avessi sottomano l’agenda del 2021 credo che comincerei a riempirla – fortunatamente, nonostante la situazione ancora incerta, i programmi e gli impegni non mancano – ma credo che scriverei utilizzando la matita e non calcherei, così con la gomma cancellerei senza troppa difficoltà, non lasciando nessun segno di quell’appuntamento annullato. L’incapacità di poter programmare, o meglio, il timore di vedere i propri piani sconvolti mi destabilizza. Fino all’altro giorno avevo in programma di tornare a Zurigo insieme al mio fidanzato dopo l’Epifania, di trascorrere in Svizzera una decina di giorni e poi di trasferirmi a Milano. Con il nuovo DPCM, l’idea del viaggio a Zurigo è sfumata, quindi, per ora, in programma per il mese di gennaio rimane il trasferimento a Milano per cominciare un tirocinio in presenza.

Il 2021 che sarà

Solitamente a inizio anno mi siedo alla mia scrivania e comincio a scrivere delle liste: prima “I posti in Italia che vorrei visitare”, poi “quelli nel mondo”. Passo poi a scrivere un elenco dei libri che vorrei leggere e, se sono motivata, persino quello dei film che vorrei vedere. Trascorro così, immersa nel mio mondo, un paio di ore o addirittura una giornata intera. Scrivere i miei obiettivi non solo mi rilassa, ma mi permette anche di vedere chiaramente ciò che vorrei fare, dandomi la giusta forza ed energia per realizzare ogni mio buon proposito. Per quest’anno non ho stilato ancora nessuna lista. Prima o poi lo farò, ma a differenza degli altri anni non comincerò con una Travel Wishlist, ma con un elenco di libri. Non possiamo ancora viaggiare liberamente, per cui mi accontento, per ora, di viaggiare con la fantasia. Per questo, come letture per il 2021, ho in mente un paio di testi di viaggio.

Sarà un 2021 senza viaggi? Non lo so, spero di no ovviamente, ma non ho la palla di vetro. Sarei tentata di buttare giù un lungo elenco di tutti quei luoghi, sia in Italia che all’estero, che vorrei scoprire, ma ora come ora sono demotivata. La voglia di sognare mete vicine e lontane è tanta, ma altrettanto tanta è la paura di veder svanire questi desideri. Preferisco, dunque, limitarmi a scrivere la mia lista di libri dal momento che il leggere o il non leggere i testi scelti dipenderà solamente da me.

Come affronterò il 2021? Prima di rispondere a questa domanda è bene che vi dica chiaramente che sono preoccupata, e non poco, per questo nuovo anno. Spesso sono una persona ottimista – non sognatrice che è ben diverso – ma delle volte anche realista. La situazione attuale non è delle più felici e nonostante abbiamo salutato con gioia il vecchio anno bisestile, augurandoci un 2021 decisamente più soddisfacente, poco o nulla, per ora, ci fa presupporre che quest’anno sarà migliore. Sono preoccupata per il mio futuro lavorativo, per quello di mia sorella, studentessa universitaria, per quello del mio papà, imprenditore, e per quello degli italiani in generale. Penso ai ristoratori, agli albergatori, a coloro che hanno un impiego nei musei e a tutti quei lavoratori che vivono grazie al turismo. Davanti a una situazione così tragica, gestita (mi permetto di scrivere) male, come si può essere ottimisti? È davvero difficile, ma io voglio cercare, anche in questo caso, di rimanere ottimista, pensando che con tanto impegno ce la faremo. Quindi, tornando alla domanda iniziale “Come affronterò questo 2021?”, dico con tanta voglia di fare. Con tanta buona volontà.

Sarà un anno difficile, fatto di sacrifici, di assenze, o meglio, di lontananze (mentre io sarò a Milano, la mia famiglia rimarrà a Modena e il mio fidanzato tornerà a Zurigo), ma sono sicura che tutti questi sforzi verranno presto ripagati. Voglio credere che da queste fatiche nasceranno bellissime soddisfazioni.

Come diceva il celebre Victor Hugo “Finirà anche la notte più buia e sorgerà il sole”. Voglio credere che torneremo presto a vivere spensieratamente, che torneremo a vedere le mascherine solamente sui visi dei medici, che non ci allarmeremo più per uno starnuto o un colpo di tosse e che riprenderemo presto a pianificare gite fuori porta, weekend romantici e vacanze in famiglia in Europa e oltreoceano. Voglio credere che torneremo presto a viaggiare alla scoperta del nostro meraviglioso mondo e che non saremo più viaggiatori confinati.

Un grande in bocca al lupo a tutti quanti noi!

Con affetto,

Valentina

17 thoughts on “A noi, viaggiatori confinati

  • Maria grazia
    gennaio 7, 2021, 2:27 pm

    Carissima Valentina, per prima cosa ti auguro di poter presto viaggiare , magari grazie al vaccino, e visitare tutte le mete che desideri. Poi ti dirò, il tuo essere ottimista sicuramente ti ha aiutato e ti aiuta ad accettare le limitazioni di questa pandemia con buono spirito. Non demordere e , positivamente , compila una bella lista dei posti in Italia e all’estero da vedere. Non permettere a niente e nessuno di rubarti i sogni. Da parte mia, subito seguirò il tuo consiglio e comincio a compilare la lista delle mete in Italia che voglio visitare. Un abbraccio

    • gennaio 7, 2021, 6:01 pm

      Ciao Grazia, ti ringrazio di cuore per questo tuo commento. Casomai qualche luogo in Italia o all’estero lo scopriremo insieme 🙂 Cercherò di fare la mia lista, che sarà assolutamente realista, altrimenti poi mi demoralizzo.
      Un grande abbraccio.

  • gennaio 8, 2021, 4:49 pm

    Temo pure io che non sarà nemmeno questo un gran anno. Ma sono certo che qualche bel viaggetto ce lo faremo comunque. Bisogna tenere duro ancora qualche mese!

    • gennaio 14, 2021, 11:09 am

      Speriamo Fabio, mi accontenterei anche solo di continuare a scoprire l’Italia e la Svizzera 🙂

  • gennaio 8, 2021, 4:51 pm

    Lo stop forzato che la pandemia ci ha imposto sta diventando sempre più pesante e frustrante per noi viaggiatori; come te, non sopporto l’incertezza e l’impossibilità di programmare qualcosa. E se qualcuno ancora mi dice che “andrà tutto bene”, giuro che lo mordo 🙂

    • gennaio 14, 2021, 11:09 am

      Purtroppo la situazione non è facile e non ci resta che avere pazienza…

  • gennaio 8, 2021, 7:49 pm

    Non abbiamo mai dedicato molto tempo alla programmazione dei viaggi, perchè stando sempre on the road la strada da percorrere cambia spesso e in base a ciò che ci piace. La pandemia ci ha tolto questo gusto per la sorpresa, chiudendoci in zone colorate. ma pur di muoverci in qualche modo, stiamo comprando un camper. Anche solo per muoverci in regione, ma basta che ci muoviamo!

    • gennaio 14, 2021, 11:12 am

      Chissà che belle che saranno le vostre avventure in camper! Ho dei ricordi bellissimi dei viaggi on the road che facevo da piccola con i miei genitori 🙂 Noi avevamo una roulotte, per cui andavamo sempre nei campeggi, molti dei quali con una bella animazione (io e mia sorella ci divertivamo tantissimo sia alla baby dance che nelle piscine con i giochi).

  • gennaio 8, 2021, 8:33 pm

    Valentina ti auguro anzitutto un buon anno, che sia sereno e sono sicura che i sacrifici che stai facendo verranno ripagati: è sempre così, anche se a volte per vederne i risultati ci vuole tempo. Anche io sono demoralizzata dal non poter viaggiare. Oggi in particolare mi sento mancare l’aria: mi basterebbe anche una passeggiata fuori dal mio paese e invece ..da domani ancora zona arancio…

    • gennaio 14, 2021, 11:13 am

      Ti ringrazio Rossella per questo tuo augurio 🙂
      Speriamo che la situazione migliori presto… dobbiamo avere tanta pazienza e non dobbiamo farci demoralizzare!

  • gennaio 9, 2021, 1:30 pm

    Cara Valentina, non lasciarti travolgere dai dubbi e dalle incertezze di questo anno. Il 2020 è stato particolarmente difficile per tutti ma alla fine ti ha regalato belle soddisfazioni e nuove opportunità. Io ho imparato da tempo a non fare programmi a lunga scadenza ma a vivere giorno per giorno godendo del meglio che ogni momento mi può dare. Vedrai che a poco a poco le nuvole si dissiperanno perchè dopo la tempesta torna sempre il sereno. Un bacione!

    • gennaio 14, 2021, 11:15 am

      Grazie Antonella per questo tuo consiglio. Fare programmi ora come ora è molto difficile, per cui mi accontento di vivere la giornata, sperando che presto questa situazione incerta finisca.
      Buona giornata a te, un abbraccio

  • Antonella
    gennaio 10, 2021, 2:54 pm

    Brava Valentina è così che bisogna essere: sempre allegre, serene e soprattutto positive.
    Ti auguro di tornare a viaggiare presto e di arricchire questo meraviglioso blog.

    • gennaio 14, 2021, 11:13 am

      Grazie di cuore Antonella per questo tuo commento e augurio 🙂

  • gennaio 10, 2021, 5:01 pm

    Penso che ora come non mai il nostro spirito di adattamento stia vacillando soprattutto perchè sembra che di miglioramenti ce ne siano ben pochi… Ma non disperiamoci e mettiamoci in testa che ormai tutto è un dubbio ma prima o poi qualche certezza arriverà, anche per il mondo dei viaggi!

  • Alessandra
    gennaio 15, 2021, 1:46 pm

    Sinceramente sto vivendo peggio questo periodo che non il primo lockdown. Cerco di essere ottimista, ma non vedo in giro tanti segni di miglioramento. Tutti vorrebbero tornare alla vita normale, ma non sono disposti a collaborare. Questo clima di incertezza mi logora. Spero almeno che si possa fare qualcosa in estate. Spero perchè sto cercando di fare del mio meglio nel rispettare le regole e vorrei presto tornare a viaggiare.

  • gennaio 15, 2021, 9:27 pm

    Sarà l’inverno più lungo del secolo, senza la luce delle aspettative e pieno di nebbia di noia e indecisione. Ma arriverà la primavera e sono sicura che porterà nuove speranze. Con la bella stagione e i vaccini che procedono spediti, forse ripartiremo a fare qualche ricerca sui siti per la ricerca voli… Teniamo duro!

Lascia un commento