Visita guidata al giardino di Villa Sorra

Visita guidata - Villa Sorra

Negli ultimi anni – principalmente a causa della pandemia – si è spesso sentito parlare del turismo di prossimità, che, come dice il termine stesso, indica quel tipo di turismo che punta alla scoperta e anche riscoperta di luoghi poco distanti dalla propria dimora. Di quelle località, quindi, che, proprio perché dietro l’angolo, spesso vengono tralasciate. Quante volte, per esempio, ho sentito parlare della particolare Rocchetta Mattei (in provincia di Bologna) o dei Sassi di Roccamalatina (in provincia di Modena), ma ad oggi non li ho ancora visti, mea culpa, perché ho optato sempre per località più lontane e apparentemente più interessanti.

Questa estate, che trascorrerò principalmente in Italia, mi piacerebbe scoprire proprio quei luoghi vicino casa che ho spesso dato per scontato e ho cominciato il mio turismo di prossimità proprio ieri, il giorno in cui si è festeggiata la Repubblica Italiana, partecipando alla visita guidata del giardino di Villa Sorra, in provincia di Modena, la mia città.

Il progetto “Villa Sorra. Saperi e Sapori”

Nella bassa modenese, si trova una maestosa villa del ‘700 circondata da un vasto parco pubblico. Si tratta di Villa Sorra, edificata dalla nobile famiglia modenese dei Sorra all’inizio del XVIII secolo. Per promuovere tale bellezza architettonica, ritenuta ancora oggi una delle migliori ville storiche della regione, nonché il suo meraviglioso giardino, i comuni di Castelfranco Emilia, di Modena, di Nonantola e di San Cesario sul Panaro (i proprietari del complesso da ormai cinquant’anni) hanno ideato l’iniziativa Villa Sorra. Saperi e Sapori.

Un progetto ambizioso il cui obiettivo è quello di creare un “hub della cultura, del paesaggio e delle eccellenze del territorio. Un complesso capace di ospitare attività culturali, artistiche, museali, piccoli spettacoli e concerti, offrire ristorazione e ospitalità per convegni ed eventi cerimoniali”. Insomma, l’obiettivo è quello di ridar vita a Villa Sorra e al suo immenso giardino – ben 90 ettari – offrendo al visitatore uno spazio immerso nel verde in cui rilassarsi, divertirsi e apprendere.

Visita Guidata a Villa Sorra

Visite guidate al giardino di Villa Sorra

Nell’attesa che Villa Sorra riapra al pubblico e si trasformi in quel centro culturale tanto desiderato, il comune di Castelfranco Emilia organizza per l’estate delle visite guidate gratuite al giardino della villa.

I prossimi appuntamenti per il mese di giugno sono domenica 13 e domenica 27 alle 10:00. La visita, curata dal Professore Alberto Minelli, docente del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari dell’Università di Bologna, e dai suoi collaboratori, dura un’ora e mezza. Per partecipare, occorre inviare una e-mail a villasorra@comune.castelfranco-emilia.mo.it.

Inoltre, gli alunni dell’Istituto Spallanzani offrono ai visitatori un packed lunch contenente: un sandwich di verdure grigliate con scaglie di parmigiano reggiano DOP, una bottiglietta d’acqua e un frutto di stagione, coltivato nell’azienda agraria dell’istituto. Terminata la visita al giardino, vi suggerisco di approfittare del parco e di questo spuntino per rilassarvi all’ombra di qualche albero, godendovi appieno la quiete del luogo.

Visita guidata a Villa Sorra

Scoprendo il giardino romantico di Villa Sorra

Considerato uno dei giardini romantici più interessanti e graziosi della regione, quello di Villa Sorra risale alla fine del’ 700 e nel corso dei secoli è stato modificato e ampliato. Nella prima metà del XIX secolo, infatti, la marchesa Ippolita Levizzani, moglie del conte Sorra, decise di arricchire il giardino con alcuni elementi architettonici molto in voga a quel tempo. Vennero, dunque, costruite finte rovine e giochi d’acqua, nonché piantati alberi autoctoni, quali olmi, frassini e aceri, ma anche piante esotiche, provenienti dall’Estremo Oriente. È bene ricordare, infatti, che l’Ottocento fu il secolo d’oro della scienza e molti nobili, interessati agli studi di botanica, fecero costruire nei propri giardini delle serre in cui ospitare e studiare piante e fiori esotici. Secondo i documenti, nell’orangeria – vale a dire nel giardino d’inverno – di Villa Sorra, venivano conservate piante centenarie di limoni e cedri.

L’orangeria di Villa Sorra

Villa Sorra - visita guidata

Visita guidata al giardino di Villa Sorra

Giardino di Villa Sorra

Le finte rovine semi nascoste dalla vegetazione di Villa Sorra

Giardino di Villa Sorra

Giardino di Villa Sorra

Una visita breve, ma interessante che mi ha permesso di scoprire un luogo molto affascinante quanto ancora poco conosciuto e di imparare qualche curiosità sulla storia del territorio modenese.

Ringrazio, quindi, Eugenio, la brillante guida che ci ha condotto per i sentieri del giardino, intrattenendoci con le sue spiegazioni, nonché i ragazzi dell’Istituto Spallanzani per il loro impegno nel preparare il packed lunch. Al termine della visita non sono riuscita a ringraziarli, quindi approfitto di questo blogpost per farlo.

Termino l’articolo, riprendendo il concetto introdotto all’inizio: il turismo di prossimità. Nei prossimi giorni sarò ospite presso una località della mia regione, dove mi attenderanno molte esperienze e avventure, per cui continuate a seguirmi (soprattutto su Instagram), perché vi porterò con me in Romagna.

Con tanto affetto,

Valentina

25 thoughts on “Visita guidata al giardino di Villa Sorra

  • giugno 3, 2021, 7:05 pm

    Bella questa villa, proprio non la conoscevo! Sembra un posto così tranquillo… Perfetta per una gita fuori porta!

    • giugno 8, 2021, 8:01 am

      Bravo Fabio. Se passi da Modena, ti suggerisco di fare un salto a Villa Sorra. Nel caso non ci fossero visite guidate al giardino, puoi goderti il parco pubblico.

  • Anonimo
    giugno 3, 2021, 10:01 pm

    Bellissima visita guidata. Il giardino è un incantevole fusione di giardino romantico inglese e laghetti di pianura.

    • giugno 8, 2021, 8:02 am

      Anche a me è piaciuta molto questa fusione. Un bellissimo locus amoenus in cui rilassarsi.

  • giugno 4, 2021, 11:57 am

    Che meraviglia!! Non conosco bene i territori del modenese, perchè sono sempre stata solo di passaggio da quelle parti. Ma visto che rimarremo in italia quest’anno posso creare un itinerario ad hoc in zona, che comprenda questa villa storica.

    • giugno 8, 2021, 8:04 am

      Brava Annalisa e se hai bisogno chiedimi pure 🙂
      L’unica nota è che forse l’estate è eccessivamente troppo calda per visitare i territori del modenese. Io ti suggerirei i mesi di settembre e ottobre se riesci.

  • giugno 4, 2021, 3:00 pm

    Modena è una città abbastanza “vicina” a Milano, ma che non ho ancora avuto modo di conoscere! Peccato perché da quanto vedo ci sono dei cenni storici importanti, come questa maestosa villa!

    • giugno 8, 2021, 8:05 am

      Modena vanta alcune ville e palazzi storici meravigliosi. Un altro esempio è il Palazzo Ducale (bellissimo anche quello di Sassuolo, distante una ventina di km da Modena).
      Tienila a mente come meta per un possibile weekend fuori Milano.

  • giugno 5, 2021, 8:20 am

    Trovo meravigliose queste dimore storiche circondate da stupendi giardini 🤩 spesso accade che la mente abbina al viaggio un tragitto lontano senza soffermarsi ai magnifici luoghi vicino casa! La pandemia ci ha insegnato anche questo…

    • giugno 8, 2021, 8:06 am

      Vero, Stefania. In questo periodo sto scoprendo luoghi vicino casa che non conoscevo.

  • giugno 5, 2021, 8:59 am

    Adoro queste antiche ville, sono così affascinanti perchè ricche di storie e di passato; questa in particolare sembra avere anche un parco notevole da visitare. Ci faccio decisamente un pensiero!

    • giugno 8, 2021, 8:06 am

      Brava Teresa. E se hai bisogno di ulteriori info, chiedi pure.

  • Libera
    giugno 5, 2021, 10:35 am

    Mi ha davvero incuriosito questa villa ed è davvero vicina a casa mia, grazie per avermela fatta scoprire

    • giugno 8, 2021, 8:07 am

      Grazie a te per aver letto e apprezzato questo mio articolo.
      Buona visita per quando ci andrai!

  • giugno 5, 2021, 10:44 pm

    Il turismo di prossimità è l’unica nota positiva della pandemia. Anche io ho riscoperto cose che altrimenti magari non avrei mai visto!
    Questa villa è molto bella. Ha dei colori bellissimi davvero.

    • giugno 8, 2021, 8:08 am

      Già, con questa pandemia – che comporta ancora adesso difficoltà negli spostamenti – stiamo riscoprendo località vicino casa. Per fortuna che in Italia in qualsiasi angolo c’è qualcosa di affascinante e interessante. Siamo molto fortunati da questo punto di vista 🙂

  • Dora
    giugno 6, 2021, 5:59 am

    Bellissima questa villa antica ed il suo parco, che onestamente, pur essendo modenese non conosco. Ci farò un pensierino quanto prima. Grazie per averne parlato qui nel tuo blog.
    Dora

    • giugno 8, 2021, 8:09 am

      Grazie a te, Dora per leggere i miei articoli e trovarli interessanti. Mi fa molto piacere 🙂

  • Antonella
    giugno 6, 2021, 6:04 am

    Amo tantissimo le ville storiche con i loro immensi giardini, mi piace immaginare la loro epoca e lasciarmi trasportare dalla fantasia. Villa Sorra mi è piaciuta tantissimo e merita di essere visitata.

    • giugno 8, 2021, 8:10 am

      Mi fa piacere Antonella che Villa Sorra ti sia piaciuta. Anche io quando visito palazzi e giardini antichi immagino a come dovesse essere la vita a quel tempo, tra balli, cene sontuose e chiacchiere tra i salotti.

  • Sara
    giugno 7, 2021, 5:53 pm

    Splendida idea e soprattutto organizzato così sarà un tour super.
    Alcuni anni fa ho danzato a Villa Sorra con Società di danza 800 il gruppo a cui appartenevo.
    Spero di cuore che questo sia un nuovo inizio per un posto che porto nel cuore

    • giugno 8, 2021, 8:11 am

      Ce lo auguriamo tutti.
      Un abbraccio Sara e grazie per il tuo commento.

  • giugno 11, 2021, 5:25 am

    Uno dei (pochissimi) lati positivi della pandemia è che ci ha permesso di scoprire le bellezze che ci circondano, di amare anche i nostri luoghi, che spesso bistrattiamo. Carinissima l’idea di organizzare una visita con tanto di packed lunch con prodotti locali: un modo in più per apprezzare la propria zona.

  • Alessandra
    giugno 11, 2021, 12:05 pm

    Piace molto anche a me visitare ville e giardini. Quella delle finte rovine era proprio una moda… che strano vero? In Valle Cervo, vicino a dove abitavo io, c’è un castello che sembra diroccato e invece è stato costruito tra ‘800 e ‘900.

  • luglio 18, 2021, 7:22 pm

    Non ne avevo mai sentito parlare ma devo dire che le tue foto mi hanno affascinato! È una villa davvero particolare con anche un po’ di fascino decadente che a me piace sempre molto. Anche i giardini devono essere incantevoli!

Lascia un commento