Le meravigliose spiagge a Phi Phi Islands

Phi Phi Islands: un arcipelago paradisiaco

Rivedere le foto scattate nel piccolo arcipelago di Phi Phi Islands è un vero toccasana per gli occhi, soprattutto in queste prime giornate autunnali, in cui prevalgono la pioggia e la nebbia. Oggi vi parlo dunque di queste bellissime isole thailandesi che si trovano nel mare delle Andamane a poca distanza dall’isola di Phuket.

Dopo Kuala Lumpur e l’isola malese di Langkawi, la Costa Victoria è arrivata nel porto di Phuket, dove ha trascorso l’overnight. Il primo giorno abbiamo partecipato a un’escursione di gruppo organizzata da Costa Crociere per scoprire le meravigliose spiagge di Phi Phi Islands, mentre il secondo giorno, sempre con un tour Costa, abbiamo visitato i templi dell’isola di Phuket, di cui vi parlerò nel prossimo post.

Queste sono state le uniche escursioni che abbiamo prenotato con Costa Crociere. A tal proposito apro brevemente una parentesi: i tour organizzati da Costa, nella maggior parte dei casi, sono molto ben strutturati e lasciano il turista più che soddisfatto. Si tratta di escursioni che possono sembrare un po’ troppo care, ma vi assicuro che l’organizzazione vale il prezzo del biglietto. La gita in giornata alle Phi Phi Islands, che comprende anche un abbondante pranzo a buffet in un resort thailandese, costa 115€ (i bambini al di sotto dei 13 anni pagano 85€) – vi lascio il link inerente a questa escursione Costa https://www.costacrociere.it/excursions/60/6079.html. Sicuramente avremmo risparmiato se avessimo contrattato con un locale una barca per l’intera giornata, ma abbiamo preferito partecipare a un tour ben organizzato di Costa e la scelta si è rivelata più che azzeccata.

Nel porto di Phuket ci aspettava la nostra guida locale, un simpatico thailandese che parlava molto bene italiano e che nel breve tragitto in corriera porto – Boat Lagoon (da dove salpano le imbarcazioni per Phi Phi Islands), ci ha intrattenuti fornendoci utili informazioni sul suo paese. La Thailandia è un paese ricco di storia, di paesaggi naturali meravigliosi e di siti religiosi disseminati sia sulla terraferma che nelle isole. Non posso dire di conoscerla, ma quel poco che ho visto mi ha affascinato e mi ha incuriosito a scoprire maggiormente questo paese asiatico. Non vi nascondo che sto pensando proprio alla Thailandia, definita “la Terra dei sorrisi” per i suoi abitanti allegri e cordiali, come meta delle mie prossime vacanze, quindi se avete qualche consiglio scrivetemi nei commenti o via mail info@travellingwithvalentina.com!

Una volta arrivati a Boat Lagoon, siamo saliti su un ampio motoscafo e dopo quasi un’ora di viaggio, durante il quale ci sono stati serviti snack, frutta e bibite, siamo arrivati a Phi Phi Lee, una delle isole principali dell’arcipelago delle Phi Phi Islands, nonché una delle più affascinanti. Siamo sbarcati a Maya Bay, la bellissima spiaggia diventata celebra grazie al film The Beach con Leonardo di Caprio, che attira ogni anno milioni di turisti per le sue bellissime acque turchesi. Avevo letto che questa spiaggia, proprio per la sua bellezza e notorietà, è spesso invasa da una miriade di turisti. Mai, però, mi sarei aspettata di trovarla così tanto affollata. La baia era piena di motoscafi e imbarcazioni tipiche thailandesi ed era quasi impossibile poter stendere il telo sulla sabbia bianca e rilassarsi in tranquillità. Per fortuna siamo rimasti in questo “caotico” paradiso terrestre solo un’ora per poi spostarci su un’altra spiaggia paradisiaca, altrettanto bella, ma molto meno affollata.

Non è più possibile visitare Maya Bay!

Da giugno il dipartimento dei parchi nazionali thailandesi ha proibito l’arrivo delle imbarcazioni a Maya Bay a tempo indeterminato nel tentativo di rimediare al problema dell’inquinamento. Questa baia da sogno, infatti, tra l’andirivieni dei numerosi motoscafi e il comportamento poco civile di molti visitatori, si presenta oggigiorno inquinata e semi-distrutta. Le bellissime acque turchesi di Maya Bay, infatti, rischiano di essere compromesse in maniera irreparabile e di continuare ad esistere soltanto nei film e nelle cartoline. Purtroppo non si tratta di un caso isolato, ma di un problema, quello dell’inquinamento e più in generale del surriscaldamento globale che compromette le barriere coralline, che riguarda molte spiagge dell’Asia sud-orientale. Nel nostro piccolo possiamo fare ben poco, ma almeno impegniamoci a farlo: un buon inizio sarebbe non gettare i rifiuti per terra! Può sembrare un ammonimento scontato, ma credetemi che purtroppo ho visto spesso turisti maleducati abbandonare i propri rifiuti senza scrupolo.

Nel porto di Boat Lagoon, da dove si parte per raggiungere Phi Phi islands

Porto di Phuket

Maya Bay 

Maya Beach, Phuket

Maya Beach, Phuket

Maya Beach, Phuket

Maya Beach, Phuket

Le tipiche imbarcazioni thailandesi

Imbarcazioni Phuket

Phuket, Maya Beach

Imbarcazioni Phuket

Phuket

Phuket, Thailandia

La seconda tappa di questa escursione è stata la bellissima spiaggia del Phi Phi Natural Resort dell’isola di Phi Phi Don, la più grande dell’arcipelago delle Phi Phi Islands. Un vero e proprio paradiso terrestre molto meno turistico e quindi meno affollato rispetto alla famosa Maya Bay. Anche qui le calde acque turchesi sono le protagoniste! Abbiamo pranzato nel resort assaggiando del buon cibo thai e poi ci siamo rilassati in spiaggia.

Phi Phi Island

Phi Phi Island, Thailandia

Phi Phi Island acqua

Cibo thai, Phi Phi Islands

Prima di rientrare a Phuket, ci siamo fermati al largo di una spiaggia selvaggia di Phi Phi Don per nuotare con tantissimi pesci colorati. La guida, infatti, ci ha fornito pinne e maschere per poter ammirare i fondali rocciosi e i piccoli pesci tropicali che vivono in queste acque. Un’esperienza davvero indimenticabile, soprattutto quando dal motoscafo la guida ha lanciato molliche di pane e i pesci si sono precipitati in branco per mangiarle.

Phi Phi Island

Si conclude il post delle Phi Phi Islands, isole paradisiache in cui mi piacerebbe molto tornare. Il periodo migliore per visitarle è durante la stagione secca, vale a dire da dicembre a marzo. Nei restanti mesi dell’anno, infatti, l’arcipelago è colpito dai cicloni tropicali. Le temperature sono costanti tutto l’anno con minime che non scendono sotto i 20°C e massime che raggiungono tranquillamente i 35°C. Una buona crema solare, dunque, è indispensabile.

Ci vedremo presto con un nuovo post sulla Thailandia, intanto vi auguro un buon weekend!

Un caro saluto,

Valentina

30 thoughts on “Le meravigliose spiagge a Phi Phi Islands

  • Raffi
    ottobre 12, 2018, 7:28 am

    Sapevo che hanno dovuto chiudere Maya Bay e mi dispiace davvero un sacco. Ma purtroppo come scrivi tu, il numero di barche a motore che arrivavano ogni giorno e le frotte di turisti hanno compromesso l’ecosistema di quel luogo che deve essere ripristinato. Tuttavia mi pare di capire che ci siano posti altrettanto belli e altrettanto degni di essere visitati. Le tue foto lo dimostrano. Sono strepitose. Immagino gli equilibrismi che hai dovuto fare per non riprendere l’immancabile folla. 😉

    • ottobre 12, 2018, 7:31 am

      Già, purtroppo Maya Bay è un paradiso terrestre che per un po’ rimarrà chiuso! Ci sono posti altrettanto belli che meritano sicuramente di essere visitati, ricordandosi sempre di rispettare l’ambiente!
      Grazie, ho una grande passione per la fotografia 🙂
      Un caros saluto

  • sabrina barbante
    ottobre 12, 2018, 8:53 am

    Ogni volta che vedo delle foto di isole tailandesi mi chiedo…. MA QUEI COLORI POSSONO DAVVERO ESISTERE AL MONDO? Incredibili davvero, è come se tutto avesse una saturazione altissima e anche il colore più cristallino diventasse caldo. La mia strana passione per tutte le imbarcazioni tradizionali, come i luzzu maltesi, spiega perchè adoro anche queste !

    • ottobre 12, 2018, 9:04 am

      Ciao Sabrina, anche io sono rimasta affascinata dal colore turchese di queste acque… dei veri paradisi!!

  • Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    ottobre 12, 2018, 9:58 am

    La Thailandia ha delle spiagge e dei luoghi davvero meravigliosi! Io ci sono stata ad Agosto, ma dalla parte opposta rispetto a Phuket e Phi Phi, esattamente a Koh Samui. Mi è piaciuta davvero molto!

    • ottobre 12, 2018, 10:48 am

      Che bello! Pensa che sto proprio considerando Koh Samui come meta delle mie prossime vacanze 🙂

  • Giovy Malfiori
    ottobre 12, 2018, 2:01 pm

    Maya bay ora è chiusa, se non erro… vero? Il turismo era diventato troppo per l’ecosistema delle isole.

    • ottobre 12, 2018, 6:04 pm

      Esatto, hanno deciso di chiudere Maya Bay a tempo indeterminato sperando che la spiaggia si riprenda un po’ dall’inquinamento

  • camilla corradini
    ottobre 13, 2018, 5:22 pm

    Che luoghi magnifici, sembrano una favola. Peccato purtroppo che come per Maya Bay con l’eccessivo turismo rischiamo di rovinarli per sempre.

    • ottobre 14, 2018, 8:09 am

      Sono luoghi meravigliosi che purtroppo stanno soffrendo a causa del turismo! Maya Bay è stata chiusa a tempo indeterminato con la speranza che si riprenda dall’inquinamento!

  • anna di
    ottobre 16, 2018, 7:09 am

    La Thailandia ha delle spiagge invidiabili, i colori del mare e delle coste li trovi solo qui. Come mi dispiace che Maya Bay l’abbiano chiusa, ma in effetti troppe barche! Mi sa che se vanno avanti così mezzo mondo non sarà più accessibile ..magari un po’ di colpa dobbiamo prendercela tutti!

    • ottobre 16, 2018, 7:57 am

      Le spiagge di Phi Phi Islands mi sono piaciute moltissimo… un vero peccato che Maya Bay sia stata chiusa, ma è giusto che questa spiaggia paradisiaca si riprenda dal troppo inquinamento.

  • Ale Carini
    ottobre 16, 2018, 8:36 am

    Non sono mai stata a vedere con i miei occhi questo paradiso, ma una coppia di nostri amici ci è stato parecchie volte ed ho sognato con le loro foto e racconti!
    DI Phi Phi Island sono innamorati da sempre e come posso dargli torto .. sono meravigliose!
    Non sapevo che Maya Bay non è più visitabile e a tempo indeterminato!! E’ scandaloso che chi va a visitare questi paradisi non ne abbia rispetto e che poi debbano rimetterci tutti!!!
    Deturpare una baia da sogno, inquinarla e devastarla, è irragionevole!

    • ottobre 16, 2018, 10:42 am

      Le spiagge delle Phi Phi Islands sono meravigliose!É un vero peccato che Maya Bay rimarrà chiusa per un po’, ma a volte degli interventi così drastici sono necessari per salvare queste paradisi!

  • Dani
    ottobre 18, 2018, 3:54 am

    Che colori, che luoghi bellissimi! Questa zona della Thailandia sembra davvero uno spettacolo!

  • Valeria (@chiusiperferie)
    ottobre 18, 2018, 5:52 am

    Siamo troppi e troppo maleducati. Hanno fatto bene a chiudere Maya Bay, con la speranza che I luoghi che fino ad oggi si erano salvati in quanto meno turistici non diventino la risorsa di riserva dI quel mordi e fuggi così devastante.

    • ottobre 18, 2018, 9:57 am

      Già, speriamo che Maya Bay si riprenda e altri luoghi paradisiaci non vengano troppo sfruttati dal turismo di massa!

  • Denise
    ottobre 18, 2018, 7:09 am

    Grazie mille per le info! Noi ci andremo a dicembre (a Ko Lanta) e stiamo valutando se fare un escursione a Phi Phi Islands.

  • Giulia
    ottobre 18, 2018, 12:30 pm

    Bellissime foto , bellissimo articolo e bellissimo blog! Complimenti! Mi sa che non l’avevo mai visto prima 🙂

  • Simona
    ottobre 30, 2018, 7:55 pm

    Sarò nelle Phi Phi Island prestissimo e dopo aver visto le tue bellissime fotografie non sto più nella pelle!

  • Serena Marigliano
    ottobre 31, 2018, 8:24 am

    Un post che fa sognare. Peccato per Maya Bay, chiusa ai turisti fino a data da destinarsi. Sono cose che fanno riflettere, perché una bellezza di questo livello andrebbe sempre tutelata più che sfruttata fino allo sfinimento.
    Ad ogni modo, grazie a questo post mi sono nuovamente tuffata nelle summer vibes. Ottimo per i primi freddini autunnali.

    • novembre 1, 2018, 9:39 am

      Hai perfettamente ragione Serena! Dobbiamo imparare a tutelare e a rispettare il nostro pianeta!

  • Maria Teresa
    novembre 1, 2018, 4:54 pm

    In Thailandia sono stata 20 anni fa e ho un ricordo meraviglioso. Le spiagge incontaminate la gente del luogo sempre sorridente e lo stesso dicasi di Sulawesi un isola dell’Indonesia ( l’ultimo tsunami ha completamente cancellatata) Spero di non rimanere delusa con la mia prossima crociera in estremo oriente

    • novembre 2, 2018, 9:05 am

      Ciao Maria Teresa, sicuramente quando si visita un posto una seconda volta si tende a fare un paragone con la volta precedente. Spero tanto che questa crociera in Oriente ti piacerà! Ti auguro un buon viaggio!!

  • novembre 7, 2018, 11:58 am

    Incantevole questo posto!!!
    Grazie dei consigli molto utili, questo mi sembra il viaggio dei viaggi e spero tanto di organizzare prima o poi! 🙂

    • novembre 7, 2018, 4:45 pm

      Te lo auguro Sara!! Le Phi Phi Islands sono meravigliose!

Lascia un commento