Abu Dhabi e la sua Grande Moschea

La Grande Moschea di Abu Dhabi

Un luogo da Mille e una Notte

Buon sabato cari lettori, oggi voglio parlarvi della principale attrazione della città di Abu Dhabi: la Grande Moschea dello Sceicco Zayed, un maestoso capolavoro architettonico inaugurato nel 2008. Voliamo quindi negli Emirati Arabi, dove sono stata nel febbraio del 2014 in crociera. In una settimana ho visitato, seppur abbastanza superficialmente, le lussuose città di Abu Dhabi e di Dubai, e il meraviglioso Oman, un Paese che mi auguro di scoprire meglio in futuro (potete leggere la mia guida Viaggio in Oman).

Nonostante sia un’appassionata di crociere – una vacanza di questo tipo assicura quasi sempre del buon cibo e una giusta dose di relax e di divertimento – non credo che la crociera sia il mezzo più indicato per scoprire gli Emirati Arabi e l’Oman. Questi Paesi del Medio Oriente, soprattutto il secondo, meritano sicuramente minimo un paio di giorni per essere esplorati ed apprezzati. Mi piacerebbe molto tornare sia ad Abu Dhabi che a Dubai: due città quasi surreali in cui regna il lusso sfrenato e le loro principali attrazioni lo dimostrano. Trovandomi ai piedi del famoso Burj Khalifa di Dubai, l’attuale grattacielo più alto del mondo (830 m), sono rimasta incantata davanti a tanta imponenza e lo stesso stupore l’ho provato visitando la Grande Moschea di Abu Dhabi, uno dei più bei luoghi di culto che abbia mai visto.

Abu Dhabi: la capitale degli Emirati Arabi

L’emirato di Abu Dhabi, il più vasto dei sette che costituiscono la federazione degli Emirati Arabi  Uniti (EAU), sta diventando la capitale culturale del Paese. Buona parte della ricchezza proveniente dal petrolio, infatti, viene investita nella costruzione di grandi centri culturali, maestosi musei e parchi a tema. Nel 2005 è stato aperto il Ferrari World, un parco divertimenti pensato per le famiglie e per gli appassionati del famoso “Cavallino Rampante”, dove si trovano le montagne russe più veloci al mondo. Mentre nel novembre del 2017 è stato inaugurato il Museo Louvre, un imponente complesso ideato per ospitare temporaneamente alcune delle opere più conosciute del Louvre di Parigi. Sono poi in corso i lavori di costruzione del Guggenheim di Abu Dhabi – gli altri celebri musei della Fondazione Solomon Guggenheim si trovano a Venezia, a Bilbao e a New York – e si spera che l’ambiziosa struttura sia pronta per il 2020, quando si terrà l’EXPO a Dubai.

La Grande Moschea dello Sceicco Zayed

Questa maestosa moschea in marmo bianco decorata con delicati motivi floreali lascia ogni visitatore a bocca aperta. Per realizzarla ci sono voluti più di dieci anni: i lavori, infatti, sono iniziati nel 1996 e si sono conclusi nel dicembre del 2007. L’idea è stata quella di creare un’imponente opera architettonica che unisse il mondo, per questo motivo sono stati impiegati materiali provenienti da diversi Paesi: differenti tipi di marmo italiani, macedoni, indiani e cinesi; spettacolari lampadari in cristalli Swarowski; tappeti persiani e gemme preziose. Non a caso questa moschea, la più grande degli Emirati Arabi, è stata definita la Moschea delle Meraviglie”.

La moschea deve il suo nome allo sceicco che l’ha finanziata: Zayed bin Sultan Al Nahyan, emiro di Abu Dhabi e presidente degli Emirati Arabi Uniti fino al 2004, anno della sua morte. La prima cerimonia che si è celebrata all’interno, infatti, è stato il funerale dello sceicco il 3 novembre del 2004, quando la moschea non era ancora terminata.

Questa elegante struttura architettonica è considerata la moschea in marmo bianco più grande al mondo: può ospitare, infatti, fino a 40.000 fedeli. É composta da quattro minareti, 1400 colonne e 82 cupole (quella centrale è la cupola più grande al mondo: ha un’altezza di 85 m e un diametro di 33 m).

Visita alla Grande Moschea di Abu Dhabi

Info utili per visitare la Grande Moschea:

  • L’ingresso è libero per i visitatori tutti i giorni dalle 9:00 alle 22:00, eccetto il venerdì mattina (il giorno di preghiera per i musulmani), quando i turisti possono visitare la moschea a partire dalle 16:30. La moschea è chiusa il primo giorno delle festività religiose di Eid Al Fitr (4 giugno 2019) e di Eid Al Adha (11 agosto 2019).
  • Per visitare la moschea, trattandosi di un luogo di culto, è richiesto un abbigliamento decoroso: gli uomini devono indossare dei pantaloni lunghi e una t-shirt a maniche corte (l’importante è che le spalle e le gambe siano coperte); le donne, invece, devono indossare una tunica lunga e larga (si possono noleggiare o comprare direttamente all’ingresso) e indossare un foulard sul capo. Sia le caviglie che i polsi devono essere coperti. All’interno della moschea, poi, sia uomini che donne devono camminare scalzi.
  • É vietato introdurre all’interno della moschea cibo e bevande (comprese bottigliette d’acqua).
  • Il tempo della visita è molto soggettivo, ma indicativamente calcolate un’ora abbondante.

Visita alla Grande Moschea di Abu Dhabi

Visita alla Grande Moschea di Abu Dhabi

Se l’esterno della Grande Moschea di Abu Dhabi colpisce per lo splendore dei suoi marmi bianchi, le preziose decorazioni dell’interno continuano a meravigliare il visitatore che si sente catapultato in un vero e proprio palazzo reale: cristalli, gemme e decori dorati quasi abbagliano.

Sotto la cupola principale si trova il lampadario più grande al mondo composto da milioni di cristalli Swarovski.  La foto non gli rende giustizia, ma vi assicuro che è davvero imponente: pesa 9 tonnellate, è alto 15 m e ha un diametro di 10 m.

Interno della Grande Moschea di Abu Dhabi

Altri lampadari altrettanto importanti e belli si trovano nelle altre stanze della moschea. Anche queste sale colpiscono per le raffinate decorazioni dai colori delicati. Le pareti, così come buona parte dei pavimenti, sono decorati con tessere di mosaico in vetro e da gemme quali lapislazzuli e madreperla.

Interno della Grande Moschea di Abu Dhabi

Interno della Grande Moschea di Abu Dhabi

Vi chiedo scusa per le foto non bellissime, ma durante il viaggio negli Emirati Arabi la mia macchina fotografica mi ha dato alcuni problemi. Durante l’escursione per i fiordi dell’Oman, la prima tappa della crociera in Medio Oriente, cambiando gli obiettivi con poco agilità della sabbia è entrata dentro la reflex… ho poi risolto questo problema solo una volta rientrata in Italia, facendo fare una pulizia alla Canon dal fotografo. Spero comunque che questo post e le foto vi siano piaciuti e vi abbiano incuriosito a visitare Abu Dhabi e la sua meravigliosa Grande Moschea.

Vi auguro un buon weekend!

Con affetto,

Valentina

6 thoughts on “Abu Dhabi e la sua Grande Moschea

  • gennaio 13, 2019, 10:19 am

    La Moschea di Abu Dhabi ci aveva colpito moltissimo: l’acqua che la circonda sul perimetro esterno crea dei riflessi davvero suggestivi. Mi ha fatto piacere leggere questo articolo che me l’ha fatto ricordare.

    • gennaio 13, 2019, 8:58 pm

      Grazie Virginia, si tratta di un luogo davvero affascinante che non vedevo l’ora di raccontare qui nel blog.

  • gennaio 15, 2019, 4:14 pm

    Ricordo anche io la Grande Moschea come un’ opera impressionante, moderna ma nello stile della tradizione, con materiali di pregio ma non kitch, ricca di significati simbolici. Grazie per il bel ricordo che hai risvegliato.

  • gennaio 15, 2019, 8:37 pm

    Sembra davvero un luogo magnifico e la cura dei dettagli è incredibile… talmente bella la trama dell’ultima foto che mi piacerebbe indossarne un vestito così!

    • gennaio 16, 2019, 11:03 am

      É davvero un posto magico, molto curato, elegante e raffinato! Hai proprio detto bene… quella fantasia floreale sembrerebbe perfetta per un vestito!!

Lascia un commento