Un’estate ricca di emozioni

Estate in Abruzzo

Ultimi giorni al mare prima di riprendere con la routine

A detta di molti l’estate è un periodo dell’anno che trascorre sempre troppo velocemente e soltanto adesso anche io me ne sto rendendo conto. Fino all’anno scorso, infatti, riuscivo a godere appieno dell’estate: le lezioni e poi gli esami universitari terminavano la prima settimana di giugno e l’anno accademico successivo riprendeva a settembre inoltrato. Nei mesi estivi, quindi, riuscivo a fare tutto ciò che non ero stata in grado di fare durante l’anno: leggere i libri che volevo (avendo studiato lingue e letterature straniere, in entrambi i semestri avevo delle letture di romanzi e di saggi obbligatorie); trascorrere qualche weekend fuori casa per andare a trovare le mie amiche in Veneto; godermi la mia famiglia, organizzando un paio di escursioni in giornata o qualche viaggio. Inoltre il periodo estivo, per me, era anche sinonimo di vacanze-studio, che consiglio vivamente.

Quest’anno la mia estate è stata molto diversa: lavorando, non ho potuto pretendere ovviamente di godere dei tre mesi estivi di vacanza a cui ero abituata, ma sono riuscita, e sto tuttora riuscendo, a rilassarmi molto, ritagliandomi qualche momento tutto per me.

Le mie vacanze estive sono iniziate a fine maggio, quando ho lasciato la mia città, Modena, e sono partita per l’Abruzzo, dove ho trascorso un piacevole weekend in compagnia di una mia cara amica. Mi sembra ieri quando mi trovavo con lei a passeggiare in riva al mare, perdendoci in chiacchiere e in risate! Non sono mancate le serate divertenti in discoteca, le pizzette allo stabilimento e le tante foto in spiaggia… giornate molto felici che ricorderò sicuramente con molto piacere!

Estate in Abruzzo: stabilimento La Capponcina, dove vado da anni, a Pescara

Stabilimento La Capponcina, Pescara

Dopo questo breve soggiorno a Pescara, sono ritornata a Modena, dove ho ripreso con le lezioni (insegno lingua inglese e spagnola sia nelle aziende che nelle scuole) e quindi con i ritmi abbastanza frenetici che questo lavora comporta. Spesso, infatti, le lezioni, soprattutto quelle rivolte ai dipendenti di aziende, si protraggono fino alla sera tardi. Fortunatamente nel mese di giugno avevo un altro viaggio in programma: sono partita per Zurigo, dove sono rimasta un paio di giorni, godendo della città in tutto il suo splendore! Ho avuto la fortuna, infatti, di trovare delle piacevoli giornate di sole con temperature quasi impensabili per la Svizzera: le massime hanno toccato tranquillamente i 30°!

Il fiume Limmat che attraversa la bella città di Zurigo

Zurigo in estate

Dopo il lungo weekend in Abruzzo in compagnia della mia amica e dopo un paio di giorni in Svizzera insieme al mio fidanzato, era giunto il momento di trascorrere un po’ di tempo con la mamma (anche papà sarebbe venuto se non avesse dovuto lavorare), quindi abbiamo organizzato in pochi giorni un breve viaggio on the road nel sud della Francia il cui principale obiettivo era, oltre a trascorrere del sacro tempo madre-figlia, ammirare la fioritura della lavanda in Provenza.

Nei campi di lavanda in Provenza

Campi di lavanda in Provenza

É stato un viaggio meraviglioso che mi ha regalato infinite emozioni – trovate tutti gli articoli inerenti a questo tour seguendo questo link. Nonostante questa fuga nel sud della Francia sia durata solamente un paio di giorni, io e mia mamma siamo riuscite poi a ritagliarci una settimana tutta per noi a Pescara. Dalla Francia, quindi, sono tornata in Abruzzo, dove, nonostante il tempo spesso pessimo – ricordo la terribile grandinata con palle di ghiaccio grandi quasi come arance – siamo riuscite a rilassarci, trascorrendo le giornate a ritmi lenti, proprio come piace a noi! Il caffè di prima mattina bevuto insieme tra chiacchiere e sorrisi, le lunghe camminate in spiaggia (quando il tempo lo permetteva ovviamente), le letture insieme in riva al mare o in balcone nel nostro angolo provenzale. Sono proprio contenta di questi bei momenti trascorsi con lei!

Rientrata a Modena dopo una settimana di “dolce far niente”, ho ripreso nuovamente, seppur in maniera più leggera, le lezioni a scuola e in azienda. Il periodo di vacanza è stato assolutamente rigenerante, infatti sono tornata al lavoro rilassata e più positiva del solito!

I primi giorni di agosto ho augurato ai miei studenti delle buone e meritate vacanze, promettendo loro che li avrei rivisti a settembre per ripartire in quarta con le nuove lezioni. Ho preparato la valigia e sono partita di nuovo per l’Abruzzo, dove mi trovo tuttora. Non ho fatto e non sto facendo molta vita da mare, infatti, oltre a scoprire posti nuovi ogni tanto, mi sto rilassando dedicandomi alle mie passioni, vale a dire alla scrittura (sto scrivendo davvero tanto in questo periodo), alla lettura (amo le vacanze all’insegna del relax perché mi permettono di leggere in qualsiasi momento della giornata), alle passeggiate in riva al mare o in centro città.

Una mattinata tranquilla a Punta Ferruccio, Ortona (Chieti)

Spiagge di Ortona

Scoprendo Ortona e il suo Castello aragonese

Castello di Ortona

Un agosto, però, non solo trascorso in Abruzzo circondata dai miei cari (durante questo lungo soggiorno a Pescara sono stata in compagnia della mia famiglia), ma anche passato in Svizzera. Il giorno di ferragosto, infatti, sono partita all’alba dall’aeroporto di Pescara e sono volata a Milano, da dove poi ho preso il treno per Zurigo. Ho trascorso dei giorni meravigliosi con il mio ragazzo, scoprendo parti della città molto interessanti: Le più belle viste su Zurigo.

In escursione a Uetliberg, il monte di Zurigo, da cui si ammira una favolosa vista su tutta la città e sul lago omonimo

Uetliberg, Zurigo

Sono rientrata a Pescara una decina di giorni fa e sto passando queste ultime giornate d’estate al mare, dove vado soprattutto la mattina e la sera a passeggiare. Mi voglio godere appieno questi ultimi giorni, prima di ripartire alla grande con i prossimi corsi. Giusto oggi ho riaperto l’agenda e ho iniziato a fissare le lezioni di inglese e spagnolo dell’autunno. Per me l’autunno inizia con il primo giorno di settembre, quando già si percepisce che l’aria sta cambiando: le ore di luce pian piano diminuiscono, la mattina e la sera occorre indossare un copri-spalle, i vigneti sono carichi di grappoli d’uva succosi e nei banchi del mercato troviamo finalmente i fichi,… segnali inequivocabili che annunciano che il periodo estivo sta terminando e dobbiamo preparaci ad accogliere l’autunno, la mia stagione preferita.

Per l’autunno ho molti progetti: oltre agli impegni di lavoro, infatti, ho in programma alcuni viaggi. Ad ottobre partirò per la Spagna, intraprendendo un viaggio on the road con il mio ragazzo, mentre a novembre andrò in crociera con la mia famiglia. Un viaggio particolare – si tratta, infatti, del viaggio inaugurale di Costa Smeralda – che sogno da mesi.

“Ovunque tu vada vacci con tutto il cuore” Confucio

Viaggi in autunno 2019

Un’estate, dunque, in cui non sono andata dall’altra parte del mondo per visitare Paesi lontani o scoprire culture nuove, ma che mi ha regalato molteplici emozioni, proprio perché trascorsa con le persone che amo dedicandomi alle mie passioni. Sicuramente settembre sarà un mese molto pieno – un mese che mi vedrà “costretta” a prendere importanti decisioni – ma sono certa che grazie a questo lungo periodo di stacco dalla routine lavorativa riuscirò ad affrontarlo con positività ed entusiasmo.

Auguro a voi non solo un felice weekend, ma anche e soprattutto un buon inizio!

Con tanto affetto,

Valentina

14 thoughts on “Un’estate ricca di emozioni

  • agosto 30, 2019, 8:01 am

    In bocca al lupo per le decisioni settembrine! C’è un abisso tra quando si studia e quando si lavora.. un po’ di giri li hai fatti ed anche staccare per un week end lungo è piacevole!

    • agosto 30, 2019, 11:16 am

      Grazie Julia, hai perfettamente ragione! Anche solo qualche weekend fuori casa aiuta tanto per staccare un po’!

  • agosto 30, 2019, 8:57 am

    Direi un’estate davvero niente male 🙂 La mia è iniziata a luglio con un bel weekend in Grecia sull’isola di Aegina, poi è proseguita con un tour nei balcani tra Macedonia del nord e Grecia ed è terminata con qualche giorno di relax a mare.

    • agosto 30, 2019, 11:18 am

      Che belli questi tuoi viaggi! Sono luoghi che non conosco, ma che sicuramente mi piacerebbe molto scoprire. Buon rientro al lavoro!!

  • Anonimo
    agosto 30, 2019, 8:59 am

    È sempre bello ed emozionante leggerti, in modo particolare quando includi chi ti ama nei tuoi racconti. Ti auguro il meglio, perché è ciò che meriti!
    Grazie 💓

  • agosto 30, 2019, 4:32 pm

    Noi ad agosto siamo state “a casa”. Tuttavia ci siamo ritagliate tempo per fare qualche week end fuori nell’attesa del viaggio di ottobre. Alla fine anche un paio di giorni sono utili a staccare la spina!

  • MARTINA BRESSAN
    agosto 30, 2019, 6:49 pm

    Ciao Valentina, complimenti per questo tuo articolo. E’ sempre un piacere leggerti, perchè mi piace il modo semplice e genuino con cui condividi le tue esperienze.
    Mi piace perchè hai condiviso con noi, quello che hai fatto includendo anche la famiglia e il tuo ragazzo…in più penso sia stato bellissimo il tempo condiviso madre-figlia.
    Bellissimi i tuoi prossimi viaggi sia quello in Spagna, sia la crociera.. ti seguirò con piacere in queste avventure!

  • settembre 2, 2019, 4:13 pm

    Mi è piaciuto molto il modo fresco e genuino con cui hai descritto la tua estate! Hai fatto proprio delle bellissime esperienze, e le tue fotografie sono stupende! Ti seguirò con piacere anche nei tuoi prossimi viaggi autunnali, e ti auguro di riuscire a realizzare i tuoi sogni e i tuoi progetti futuri! 🙂

  • settembre 13, 2019, 6:50 am

    Un’estate piena di emozioni e bei viaggi! Adoro l’Abruzzo e ci torno appena posso, ma più per le montagne che per il mare. Bellissima la Provenza, un viaggio che sogno anch’io. 🙂

  • settembre 13, 2019, 10:03 am

    Che estate!! Anch’io sono stata in Provenza (il viola e l’ocra in tutte le sue sfumature mi rimarranno nel cuore), ora ho qualche progetto in corso… Da studiare meticolosamente!

  • settembre 24, 2019, 11:07 pm

    Valentina, spesso non occorre andare troppo lontano per assaporare i momenti migliori..e mi sembra tu lo abbia capito alla perfezione. Mi piace leggere i tuoi pensieri, ti seguirò più spesso!

  • settembre 25, 2019, 2:06 pm

    Nonostante gli impegni lavorativi mi sembra che la tua estate sia stata ricca di bei momenti vissuti in posti altrettanto belli. Io, invece, nel dubbio ho preso un anno sabbatico per cui la mia estate non è ancora finita!

  • ottobre 1, 2019, 10:37 am

    Ma che bel programmino! Il mio trucco per allungare le vacanze è di partire a marzo/aprile verso un posticino caldo, anticipando quindi l’estate, a giugno fare una piccola settimana in giro e poi godermi il caldo dell’estate a Milano sul mio terrazzo affacciato sulle risaie nella calma meravigliosa di agosto per poi partire a ottobre quando la temperatura inizia a scendere e tutti ormai sono tornati.
    Per fortuna dove lavoro non ci sono chiusure obbligatorie così riesco a partire più o meno quando voglio durante l’anno. Ho già un bel programmino da qui al 2020!!
    Per me dovrebbe essere estate tutto l’anno!

Lascia un commento